Trama! La mappa segreta di tutte le storie

Adele

Sarà un lungo viaggio dentro la struttura mitica alla base di ogni racconto, grazie al quale cercheremo di capire quali sono i passaggi narrativi ricorrenti in quasi ogni storia narrata da uomini e donne in ogni tempo e in ogni luogo e come possiamo usarli per costruire le nostre storie (e un po’ anche le nostre vite).
In questo corso c’è tutto ciò che ho imparato in quasi 20 anni di studio, scrittura e soprattutto analisi di tutto quel che ha attraversato la mia vita di lettore e spettatore. Oltre alle tappe del viaggio dell’Eroe ci occuperemo di altri manuali e altre teorie, sempre cercando di ricondurle al contenitore che abbiamo scelto e che ci sembra funzionare meglio. Inseriremo così paralleli coi lavori di Snyder, McKee, Mamet, Truby, Booker (autore di The Seven Basic Plots, il miglior libro al mondo sulla narrazione: 736 pagine fittissime di puro genio) e con gli studi sul viaggio narrativo femminile, come quello di Hudson e quello di Murdock. Alla fine di ogni tappa vi daremo anche il riferimento esatto alle lezioni di Marina Pierri su Il viaggio dell’Eroina, in modo da costruire più ponti possibili tra i due seminari e darvi una visione davvero a 360 gradi: struttura, sviluppo della trama, passaggi narrativi, personaggi e funzionamento degli archetipi).

Il seminario verrà integrato dalla consegna di materiali, su un gruppo Facebook dedicato esclusivamente a iscritte e iscritti: video, estratti, letture, scalette, analisi di film e libri, esercizi che possono aiutarvi a fissare ciò che impariamo e mettere meglio a fuoco la vostra storia, lezione dopo lezione.

Analizzeremo un po’ di tutto: da fiabe, miti e leggende alle più recenti uscite Netflix. Ma soprattutto, attraverso l’esempio di grandi narrazioni di ogni parte del mondo, impareremo insieme come scrivere storie importanti, come trasformare una buona idea in un film o un libro che riescano a toccare corde universali, parlando al cuore del pubblico, senza accontentarsi di intrattenerlo.

Francesco Trento

Gli incontri si terranno su Zoom per 50 mercoledì (dalle 18.30 alle 19.45): i primi 30 dal 6 ottobre 2021 al 22 giugno, i restanti dal 14 settembre 2022. Se perdete una o più lezioni potete recuperarle su Vimeo in qualsiasi momento, dal giorno dopo la diretta.

Costo: in offerta a 400 euro (anziché 600), fino al 31 luglio. Il pagamento è rateizzabile per tutta la durata del corso, se ne avete bisogno.
Blocco da 10 lezioni: 150 euro.
Puoi acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com

Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.


writing challenge italia

Writing Challenge: 100 giorni di scrittura

writing challenge italia

Adele

Per partecipare bisogna impegnarsi a scrivere, fare esercizi o pensare alle proprie storie per 30 minuti al giorno (5 giorni su 7, così se restate indietro potete recuperare nel fine settimana).

Ci saranno esercizi extra per chi ha più tempo a disposizione, ovviamente, ma il minimo sindacale resta quello: due ore e mezza a settimana di scrittura ed esercizi. Altrimenti non iscrivetevi.

Chi vuole proprio strafare può arrivare con un’idea per una storia e svilupparla giorno per giorno durante le 20 settimane. Oppure potete concentrarvi sugli spunti offerti dagli esercizi, e con del lavoro in più completare la prima stesura di racconti brevi, soggetti, pitch e concept per libri, cortometraggi o lungometraggi: avrete l’occasione di crearvi un bel magazzino di idee, da portare avanti anche al termine della sfida.

Molto importante: la Writing Challenge non ha un orario, decidete voi in che momento della giornata dedicarvici. Ogni mattina noi caricheremo sul gruppo FB dedicato esclusivamente a iscritte e iscritti un video o un post (molto più spesso un video) in cui troverete coaching, motivational, gli esercizi del giorno, alcune domande a cui vi suggeriamo di rispondere se state lavorando su una storia, oppure indicazioni per trovare una buona idea sviluppabile in un racconto.

I video e i materiali caricati rimangono lì a disposizione, sempre con titoli come GIORNO 1, GIORNO 2, eccetera, in modo che se vi perdete una cosa, o anche tre, poi avete il sabato e domenica per rimediare (i 100 giorni saranno divisi in 5 settimanali per 20 settimane, dunque spalmati lungo un arco di 140 giorni, per dar modo a tutte e tutti di non rimanere indietro anche in caso di imprevisti).

Chi vuole può pubblicare gli esercizi sotto il post del giorno e noi poi, a turno, leggiamo quel che avete fatto. Non apporteremo correzioni (per 3 euro al giorno sarebbe impossibile), ma interverremo dandovi ulteriori consigli nei commenti, che si aggiungono a quelli della mattina.

Non ci sono orari, dunque: puoi lavorare la mattina o il pomeriggio, o la sera, o la notte. Quando vuoi entri nel gruppo e leggi il post o guardi il video e poi a seconda dei tuoi impegni, durante la giornata, trovi una mezz’ora per gli esercizi (prevengo la domanda: e se non ho Facebook? Ti fai un profilo segreto, anche con un nome falso, ci mandi una mail e ti aggiungiamo da quello. Poi a fine challenge se vuoi lo cancelli).

Se dopo cento giorni così hai ancora la sindrome della pagina bianca o il blocco della scrittrice o dello scrittore, giuro che mi mangio il cappello come Rockerduck (e per me è pure un problema, perché prima dovrei comprarlo).

Ma non accadrà, scommettiamo?

Francesco Trento

Costo: in offerta a 250 euro (anziché 350) fino al 30 giugno. Il pagamento è rateizzabile.
Costo della Writing Challenge – Best of
da 20 giorni: 70 euro.
Puoi acquistarla mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com

Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.


writing challenge italia

Writing Challenge – Best of: 20 giorni di scrittura

writing challenge italia

Adele

Per partecipare bisogna impegnarsi a scrivere, fare esercizi o pensare alle proprie storie per 30 minuti al giorno (5 giorni su 7, così se restate indietro potete recuperare nel fine settimana).

Ci saranno esercizi extra per chi ha più tempo a disposizione, ovviamente, ma il minimo sindacale resta quello: due ore e mezza a settimana di scrittura ed esercizi. Altrimenti non iscrivetevi.

Chi vuole proprio strafare può arrivare con un’idea per una storia e svilupparla giorno per giorno durante le 4 settimane. Oppure potete concentrarvi sugli spunti offerti dagli esercizi, e con del lavoro in più completare la prima stesura di racconti brevi, soggetti, pitch e concept per libri, cortometraggi o lungometraggi: avrete l’occasione di crearvi un bel magazzino di idee, da portare avanti anche al termine della sfida.

Molto importante: la Writing Challenge non ha un orario, decidete voi in che momento della giornata dedicarvici. Ogni mattina noi caricheremo sul gruppo FB, dedicato esclusivamente a iscritte e iscritti, i migliori video della Writing Challenge da 100 giorni, in cui troverete coaching, motivational, gli esercizi del giorno, alcune domande a cui vi suggeriamo di rispondere se state lavorando su una storia, oppure indicazioni per trovare una buona idea sviluppabile in un racconto.

I video e i materiali caricati rimangono lì a disposizione, sempre con titoli come GIORNO 1, GIORNO 2, eccetera, in modo che se vi perdete una cosa, o anche tre, poi avete il sabato e domenica per rimediare (i 20 giorni saranno divisi in 5 settimanali per 4 settimane, dunque spalmati lungo un arco di 26 giorni, per dar modo a tutte e tutti di non rimanere indietro anche in caso di imprevisti).

Chi vuole può pubblicare gli esercizi sotto il post del giorno e noi poi, a turno, leggiamo quel che avete fatto. Non apporteremo correzioni (per 3 euro al giorno sarebbe impossibile), ma interverremo dandovi ulteriori consigli nei commenti, che si aggiungono a quelli della mattina.

Non ci sono orari, dunque: puoi lavorare la mattina o il pomeriggio, o la sera, o la notte. Quando vuoi entri nel gruppo e leggi il post o guardi il video e poi a seconda dei tuoi impegni, durante la giornata, trovi una mezz’ora per gli esercizi (prevengo la domanda: e se non ho Facebook? Ti fai un profilo segreto, anche con un nome falso, ci mandi una mail e ti aggiungiamo da quello. Poi a fine challenge se vuoi lo cancelli).

Se dopo venti giorni così hai ancora la sindrome della pagina bianca o il blocco della scrittrice o dello scrittore, giuro che mi mangio il cappello come Rockerduck (e per me è pure un problema, perché prima dovrei comprarlo).

Ma non accadrà, scommettiamo?

Francesco Trento

Costo: 70 euro.
Costo della Writing Challenge da 100 giorni: in offerta a 250 euro (anziché 350) fino al 30 giugno. Il pagamento è rateizzabile. Puoi acquistarla mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com

Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.


maratona di scrittura creativa

Maratona di scrittura

maratona di scrittura creativa

Adele

COSA FAREMO?

Faremo esercizi e/o scriveremo per tutto il tempo in cui siete connesse e connessi. Ovviamente non è obbligatorio stare lì per 10 ore, ma all’interno di quella giornata potete connettervi quando vi pare.

A CHE SERVE?

A dare un bel calcio in culo alla vostra scrittura e farla partire. A fare esercizi che altrimenti dite di voler fare e non fate mai. A scrivere un racconto in un giorno, un cortometraggio in un giorno, e se va va, se no ci si riprova la volta dopo ma almeno, perdio, siete state/i lì con le chiappe sulla sedia a provarci sul serio. Nelle precedenti edizioni, il 99% delle partecipanti e dei partecipanti ha completato la stesura di un racconto. Alcuni sono stati pubblicati da riviste e antologie, ma non è quella la cosa importante, la cosa importante è che in quelle 10 ore, ve lo garantisco, è molto difficile che non scriviate.

COME FUNZIONA?

Ci vediamo alle 10, introduciamo gli obiettivi del giorno e poi vi diamo degli esercizi e/o dei temi, degli incipit e degli spunti, e voi scrivete. Oltre ad alcuni esercizi per sgranchire la fantasia vi inviteremo ad abbozzare, o anche finire, un racconto breve. Poi se uno preferisce può venire a scrivere un cortometraggio, per dire, o lavorare a un paragrafo del suo libro o qualche scena del suo film. Chi finisce può mandarci il lavoro via mail, e mentre si rimette a lavorare su un altro spunto noi leggiamo e ci appuntiamo dei commenti (saremo 7-8 editor ogni volta).

MA SE ARRIVO ALLE 12 E MI DISCONNETTO ALLE 18?

Va benissimo. È possibile per chiunque entrare e uscire, restare lì ascoltando ma col video chiuso, connettersi solo per alcune ore, entrare e uscire, eccetera.

CI DARETE FEEDBACK?

Sì, ma solo ad alcuni lavori e solo in classe: durante quelle 10 ore noi leggeremo tutto quel che ci mandate a una mail apposita. L’idea è quella di fare come faremmo se fossimo in presenza, chiedendo ogni tanto a qualcuno o qualcuna se se la sente di leggere o di far leggere quel che ha scritto e commentarlo pubblicamente a uso e giovamento di tutti. Ovviamente durante tutto il tempo io e i miei collaboratori saremo lì se qualcuno ha domande, dubbi, o ha bisogno di un consiglio nella fase di stesura.

È POSSIBILE AVERE UN FEEDBACK PERSONALIZZATO VIA MAIL?

Sì, volendo potete acquistarlo per 30 euro DOPO la maratona (così avete anche modo di vedere se il racconto che avete scritto ne ha bisogno o no).

SÌ, MA QUANTO COSTA LA MARATONA?

Ah, già: 60 euro. Sia che stiate lì 5 ore, sia che stiate lì 10.

Francesco Trento

Gli incontri si terranno su Zoom nelle seguenti date: 31 ottobre, 28 novembre, 19 dicembre, 27 febbraio, 27 marzo, 5 giugno.

Per prenotare un posto, basta mandare una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com

Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.


corso online come si scrive l'incipit di un libro

Incipit - Come trasformare l'idea in un primo capitolo

corso online come si scrive l'incipit di un libro

Adele

“Iniziare a scrivere una storia significa evocare medianicamente un mondo che non c’è ancora. Nascono voci, volti, profili, quello che forse sarà l’incipit, l’inizio della fondazione di quel nuovo mondo. È la prima pagina, la soglia, l’ingresso. In questo corso impareremo insieme da dove arriva l’identità di una storia e quanto lavoro c’è dietro l’apparente fluire del cominciare”.

Nadia Terranova

Gli incontri si terranno su Zoom il 26 maggio e il 16 giugno, dalle 17 alle 20, e saranno recuperabili su Vimeo in qualsiasi momento, dal giorno dopo la diretta.

Il seminario costa 80 euro. Puoi prenotarti e acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.


Na(rra)tura. Osservare, interpretare e descrivere la natura

Adele

Chiunque pensi che per immergersi nella natura sia necessario uscire di casa, dal quartiere o dalla città, sta tralasciando un aspetto essenziale: la «natura» non esiste. Esiste una struttura che connette ogni cosa, della quale siamo parte integrante anche quando non ce ne accorgiamo. Il vento ha percorso chilometri e chilometri per sussurrare risposte alle nostre orecchie, e ne farà altrettanti quando si allontanerà. Le piante sui balconi, anche quelle malconce, attraversano le stesse stagioni vissute dagli alberi nei boschi. I nostri occhi, se li osserviamo riflessi nello specchio, contengono galassie.
Siamo nella natura, e siamo natura, sempre. Interpretarla, imparando a rapportarci con essa, è quindi un modo per capirsi. Del resto la prima forma di narrazione, la pittura rupestre, nasce proprio per accompagnare la comunità alla scoperta dei meccanismi di un pianeta vivo. Solo attraverso le nostre sensazioni, e le parole che scegliamo per esprimerle, l’esperienza acquisisce la compiutezza di un racconto. Prima di descrivere la natura, però, è importante iniziare a osservarla con la giusta consapevolezza: anche lo sguardo si coltiva.
Questo seminario fornirà gli strumenti per far vibrare la penna, o la mano sulla tastiera, all’unisono con il mondo che ci circonda. E ci aiuterà a trovare i toni e le parole giuste per raccontarlo.

Il seminario, fruibile in qualsiasi momento su Vimeo, dura 5 ore e costa 60 euro. Puoi acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.

 


Dalla pagina allo schermo - L'arte dell'adattamento

Adele

Attraverso esempi da decine di grandissimi film e serie tv tratti da romanzi e racconti studieremo come preparare al meglio le nostre storie, come usare le letture e le riletture per scomporre e poi ricostruire la narrazione in una nuova scaletta, come condensare più personaggi in uno quando c’è bisogno di sintesi, come aggiungerne invece di inediti senza tradire le intenzioni tematiche dell’autrice o dell’autore. E anche, perché no, imparare a tradire quelle intenzioni per rinnovare il libro, adattandolo allo Zeitgeist, ai temi più caldi del momento, come nelle tre differenti versioni di L’invasione degli ultracorpi.
Tra le molte cose che impareremo, ci soffermeremo molto su come passare dalla carta allo schermo implementando la qualità visiva delle storie, per non far dire a nessuna e nessuno, dopo aver visto il nostro lavoro: “Mah, boh, era meglio il libro”.

Gli incontri si terranno su Zoom per dieci giovedì, dal 6 ottobre all’8 dicembre, dalle 17.30 alle 19.30. Se perdete una o più lezioni potete recuperarle su Vimeo in qualsiasi momento, dal giorno dopo la diretta.

Il seminario costa 180 euro. Puoi prenotarti e acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.

 


corso online produrre idee per la narrazione

Come generare idee per film, libri, serie, fumetti

corso online produrre idee per la narrazione

Adele

Da dove vengono le idee? Nessuno lo sa.
Si possono richiamare a comando? Purtroppo no.
Allora bisogna aspettare l’ispirazione? No, nemmeno (se no Jack London si arrabbia).
Ci sono modi per invitare le idee a farci visita, però. Niente di sconvolgente: non è necessario stringere patti con i demoni, o sacrificare vergini agli antichi dèi in notti di plenilunio.
È tutto abbastanza più semplice.
In queste due giornate impareremo ad aprire la porta all’ispirazione, a farle spazio. Con calma e un po’ di metodo ci metteremo nelle condizioni adatte ad attirare idee. Qualche trucco non guasta, e ne vedremo insieme un bel po’. Scopriremo come usare i luoghi comuni senza farci usare da loro. Ci trasformeremo in spie e ladri per rubare senza farci beccare. Cambieremo prospettiva per trovare punti di vista nuovi.
Non solo. Una volta che le idee si fanno vedere vanno fermate nel modo giusto, per poi dar loro forma. Ragioneremo anche di questo.
Vi insegneremo come uscire dall’attesa passiva e, anche senza impugnare mazze come certi famosi scrittori, cominciare a evocare parole, storie, personaggi. Cercheremo perciò di mettere a punto un sistema che abbia buone probabilità di riuscita e che sia riproducibile al bisogno. Per questo ci serviremo di letture mirate – non siamo i primi a ragionarci su – ed esercizi veloci, da sperimentare subito.

Funzionerà? Non ne abbiamo idea.
(No, dai, stiamo scherzando: funzionerà) 🙂

Il seminario, fruibile in qualsiasi momento su Vimeo, dura 10 ore e costa 100 euro. Puoi acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.


Una sceneggiatura da Oscar. Lettura e analisi di CODA

Adele

Leggeremo insieme la sceneggiatura, tradotta a scopo didattico, in maniera da poterne analizzare nel dettaglio la trama (suddivisione in tre atti/otto sequenze, viaggio dell’eroe e dell’eroina o altre strutture), il tema, gli archetipi e l’arco di trasformazione dei personaggi. Ragioneremo anche sull’arte dell’adattamento, confrontando il lavoro della regista e sceneggiatrice Sîan Heder con La famiglia Bélier: CODA è un remake pedissequo della commedia francese, oppure s’ispira liberamente al soggetto originale?
Quest’appuntamento, inoltre, ci offrirà un’occasione per tornare a parlare di Come si scrive una sceneggiatura: mettendoli alla prova, integreremo i concetti studiati in quel seminario. E chissà, forse ne impareremo di nuovi.

Le prime cinque ore del seminario sono già disponibili su Vimeo. Il secondo incontro si terrà in diretta su Zoom sabato 25 giugno, dalle 14 alle 17, e dal giorno dopo sarà fruibile in qualsiasi momento su Vimeo.

Il seminario costa 60 euro. Puoi prenotarti e acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.


"Quarto potere": tutto il cinema in un solo film

Adele

Lo analizzeremo smontando le sequenze principali, per cercare di capire i segreti del talento sconfinato e rivoluzionario di Orson Welles.
Ci sarà molto da imparare, per gli aspiranti sceneggiatori e filmmaker, dal racconto di come il film fu scritto, realizzato e postprodotto, una vicenda appassionante e avventurosa come un grande romanzo.
Come meraviglioso esempio di riscrittura confronteremo le sette stesure successive dello script, seguendo l’evoluzione dalla prima versione della sceneggiatura al montaggio finale.

Gli incontri si terranno su Zoom per tre martedì, dal 5 al 19 luglio, dalle 21 alle 23. Se perdete una o più lezioni potete recuperarle su Vimeo in qualsiasi momento, dal giorno dopo la diretta.

Il seminario costa 50 euro. Puoi prenotarti e acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.