Na(rra)tura. Osservare, interpretare e descrivere la natura

“Il sole splendeva alto nel cielo”, “Le onde del mare si frangevano sugli scogli”. O, per dirla con Snoopy, “Era una notte buia e tempestosa”.
Se credete che si possa far letteratura così, forse questo seminario non fa per voi. Se invece volete migliorare la vostra capacità di raccontare la natura, ecco, le  cinque ore intensive con Carmelo Vanadia sono esattamente ciò di cui avete bisogno.

Chiunque pensi che per immergersi nella natura sia necessario uscire di casa, dal quartiere o dalla città, sta tralasciando un aspetto essenziale: la «natura» non esiste. Esiste una struttura che connette ogni cosa, della quale siamo parte integrante anche quando non ce ne accorgiamo. Il vento ha percorso chilometri e chilometri per sussurrare risposte alle nostre orecchie, e ne farà altrettanti quando si allontanerà. Le piante sui balconi, anche quelle malconce, attraversano le stesse stagioni vissute dagli alberi nei boschi. I nostri occhi, se li osserviamo riflessi nello specchio, contengono galassie.
Siamo nella natura, e siamo natura, sempre. Interpretarla, imparando a rapportarci con essa, è quindi un modo per capirsi. Del resto la prima forma di narrazione, la pittura rupestre, nasce proprio per accompagnare la comunità alla scoperta dei meccanismi di un pianeta vivo. Solo attraverso le nostre sensazioni, e le parole che scegliamo per esprimerle, l’esperienza acquisisce la compiutezza di un racconto. Prima di descrivere la natura, però, è importante iniziare a osservarla con la giusta consapevolezza: anche lo sguardo si coltiva.
Questo seminario fornirà gli strumenti per far vibrare la penna, o la mano sulla tastiera, all’unisono con il mondo che ci circonda. E ci aiuterà a trovare i toni e le parole giuste per raccontarlo.

L’incontro si terrà in diretta su Zoom sabato 26 marzo, dalle 14 alle 19, e dal giorno dopo sarà fruibile in qualsiasi momento su Vimeo.

Il seminario costa 60 euro. Puoi prenotarti e acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.