Locandina del seminario

Dall’idea alla pubblicazione

Seminario di Francesco Gungui, suddiviso in quattro moduli: writing coaching, idea e sviluppo, scrittura, self editing.

Primo modulo: writing coaching

C’è chi insegue le opportunità, chi è pronto a tutto, c’è chi rimane fedele a se stesso, chi vuole il marchio dell’editore famoso, chi non è interessato ai soldi, chi cerca riscatto, chi cerca uno sfogo, chi cerca un lavoro. Chiarire le proprie motivazioni, comprendendo al contempo la complessità e la ricchezza del nuovo panorama editoriale, è essenziale.

Questo nuovo panorama non vede più la casa editrice come la detentrice esclusiva del potere di pubblicare. Esistono i social network, il self publishing, le piattaforme per la pubblicazione di romanzi, esistono gli audiolibri, i podcast su Spotify.

In questa proliferazione di opportunità, molti autori perdono di vista l’unica cosa che conta davvero: la propria storia e il motivo che ci spinge a scriverla.

È allora utile conoscere le tecniche per coltivare un progetto di scrittura a puntate su Wattpad, le abilità per confezionare un pdf pronto per la vendita su Amazon o ancora il testo di un podcast su Spotify. E se ne parlerà in questo primo modulo.

È al contempo essenziale ricordare che la scrittura ci appartiene, che è un potere, uno strumento, un dono che va coltivato. Non tutti sono disposti a imparare, ad apprendere, a continuare a credere che in un mondo spesso superficiale, una grande storia possa fare la differenza.

Questo primo modulo è dedicato a strategie, definizione di obiettivi, tecniche essenziali, metodi di addestramento, un full immersion di writing coaching.

Secondo modulo: idea e sviluppo

L’idea è molto spesso ciò che ci spinge a intraprendere il viaggio. Ci viene un’idea e pensiamo “questa è una buona idea per un libro”. Se a questo primo entusiasmo segue il desiderio di leggere, scrivere, documentarsi, completato dalla scoperta del piacere di dedicarsi alla scrittura quotidianamente o quasi, siamo già sulla buona strada. Se iniziamo subito a chiederci se piacerà o a chi potrà piacere, siamo su un sentiero pericoloso, il che non vuol dire che non debba essere percorso, ma occorre imboccarlo dopo essersi chiariti interiormente.

Il secondo modulo è dedicato allo studio dell’idea e al suo primo e immediato sviluppo, in rapporto al proprio obiettivo personale e in rapporto alle effettive opportunità di incanalare la propria idea in un libro, in un genere e verso una possibile pubblicazione.

Come si valuta e sviluppa un’idea? Le parole chiave sono molte: originalità, adesione a un genere specifico, potenziale drammatico, capacità di emozionare, suscitare curiosità a prescindere dallo sviluppo. Esistono molti modi per aiutare l’idea a definirsi e, in definitiva, a trasformarsi da seme in pianta. Li vedremo tutti, scoprendo anche concretamente le migliori tecniche per sviluppare un’idea in un primo testo i cui destinatari siamo noi stessi. Possiamo diventare giudici ed editor delle nostre idee come dei nostri romanzi. I migliori lettori e conoscitori del nostro potenziale, espresso e inespresso, siamo proprio noi stessi.

In questo secondo modulo impariamo ad analizzare e sviluppare un’idea, a trasformarla in un primo testo che la rappresenti, a scrivere subito – o quasi – quei primi quattro o cinque capitoli – completi, ricchi, emozionanti, densi – che ci faranno fare un enorme balzo in avanti verso il nostro obiettivo.

Terzo modulo: la scrittura

Tecniche, consigli, strumenti, trucchi del mestiere. Quindici anni di esperienza come scrittore ed editor condensati in pillole. Vere e proprie ricette magiche nate dal confronto con decine di scrittori e scrittrici che hanno trovato la propria strada.

Come iniziare, quanto pianificare, quanto improvvisare, la scaletta e il suo contrario, la tecnica della boa. Come strutturare una scena, l’equilibrio aureo, descrizione, azione, dialogo. Lo stile e la voce, la scelta del tempo verbale e della persona. La lunghezza dei capitoli, il numero di scene per ogni capitolo. La voce pensiero, la gestione delle informazioni.

E poi, la regola più importante: l’eccezione, l’errore, il vizio evidente frutto della propria unicità d’autore. Perché grazie al cielo stiamo scrivendo un libro e non comprando un frullatore.

Nel corso del terzo modulo verranno condivisi gli strumenti per scrivere e terminare il vostro romanzo. Come trovare il proprio stile, la propria voce, come potenziare le proprie competenze nel genere scelto attraverso la lettura, la regola dello show, don’t tell, le eccezioni, la scelta del punto di vista e del tempo.

Quarto modulo: self editing

Che cos’è un editing? Chi è un editor?

L’editing non è la correzione di bozze ma non è nemmeno il lavoro sulla prima bozza consegnata dall’autore. Può esserlo, ma molto spesso comincia prima, quando il libro è in costruzione.

Molti autori si rivolgono ai propri editor già in fase progettuale e chi non ha un editor non è insolito che si consulti con un amico o un collega. Questo significa che la fase dell’editing comincia subito, ovvero dopo i cinque capitoli che avete scritto e che vi hanno fatto prendere la decisione di scrivere l’intero libro.

La chiave di un buon editing consiste nel focus sull’autore e non sul testo. Non è possibile editare un testo a prescindere dall’autore, perché sarebbe come pretendere di insegnare a un pallone a fare goal senza curarsi del calciatore che lo deve colpire.

Parole chiave: analisi strutturale, esperimenti stilistici, riletture. Come si fa a rimanere immersi nella scrittura riuscendo al contempo a distaccarsene per avere uno sguardo oggettivo?

La tecnica delle note, la mappatura del testo, la scrittura veloce della prima bozza e la scrittura accurata in prima stesura. Tecniche, strumenti ed esempi concreti di scrittori che hanno pubblicato i propri esordi.

In questo quarto modulo impariamo a diventare editor di noi stessi. Prima di rivolgerci a un editor, a un agente, a una casa editrice, ci assicureremo di essere consapevoli delle nostre scelte, del risultato raggiunto e anche della qualità del nostro lavoro.

Il seminario, fruibile in qualsiasi momento su Vimeo, dura 14 ore e costa 130 euro. Puoi acquistarlo mandando una mail a scrivereunagrandestoria@gmail.com
Se hai difficoltà a coprire l’intera cifra ma sei molto motivata/o, consulta nelle FAQ la pagina dedicata a sconti, prestiti e lezioni in cambio di volontariato.